NEWSLETTER GRATUITA MINDGATE

CAMPI MORFICI COME CHIAVE PER IL SUCCESSO

I campi morfici come chiave per il successo

FOTO Il settore medico – terapeutico è senza dubbio quello che fino ad oggi ha beneficiato in modo particolare della tecnica di lettura dei campi morfici sperimentabile con MindGate. Un interessante campo di applicazione di questo metodo, infatti, riguarda la raccolta dettagliata di antecedenti patologici per ottenere diagnosi più rapide e precise nei confronti dei pazienti. Essi vengono “sondati a priori” in relazione specifica al loro stato di malessere, per individuarne cause scatenanti, implicazioni sulla psiche, sul soma e sulla componente emotiva. Ciò consente di ottenere una lettura più ampia del soggetto rapportato alla sua malattia e permette l’individuazione di terapie e cure mirate che riducono sensibilmente i margini di errore commettibili in mancanza di tali elementi. I campi morfici forniscono dunque un importante chiave di decodifica dell’essere umano apprezzato nella sua integrità: in essi, infatti, rimane memorizzato tutto ciò che il paziente ha vissuto e sperimentato nel suo passato, pertanto i medici che oggi vi lavorano sono in grado di richiamare informazioni così complete sui loro pazienti da ottenere un immagine quanto mai olistica delle problematiche che li affliggono e delle relazioni che intercorrono tra esse.

Campi Morfici

I campi morfici (CM) vengono definiti cognizione primordiale della natura. In questi campi sono memorizzate tutte le informazioni dell’universo. Anche tutto ciò che l’uomo fa o pensa viene riposto nei CM e, in modo del tutto simile, C. G. Jung parlava di inconscio collettivo già molti anni or sono.

Egli disse: “Siamo parte di una memoria collettiva, alla quale tutti possiamo attingere; inconsciamente siamo collegati a tutto e a tutti.”

E’ nota anche l’espressione Cronaca dell’Akasha, una memoria cosmica del mondo, nella quale sono registrati tutti gli avvenimenti passati. Eduard Hartmann definì la Cronaca dell’Akasha “collegamento telefonico con l’assoluto”. Le stesse espressioni: “Anima mundi” e “Matrice”, sono sinonimi di CM.

Poiché tutte le informazioni relative ad una persona, ogni azione ed ogni avvenimento della vita, sono registrate in questi CM, in essi si nasconde un inimmaginabile tesoro cognitivo. Coloro che padroneggiano la tecnica adatta per accedere a questo tipo di informazioni, possiedono una chiave universale per aprire porte nascoste.

Accesso al campo morfico

FOTO In linea di principio, ciascun individuo ha la possibilità di instaurare un collegamento con i CM per attingervi informazioni. Ciò significa, ad esempio, che da questi CM un medico, come già indicato, è in grado, di ricevere tutte le informazioni che desidera sul suo paziente. Quando questa facoltà sarà usata nelle terapie, sarà possibile, dunque, formulare in breve tempo diagnosi alquanto precise. Si individua la terapia giusta al momento della scelta e si concepiscono addirittura nuovi metodi di trattamento.

Naturopati e medici che già lavorano con questa tecnica, affermano di raccogliere nei CM informazioni sulla persona prima ancora che il paziente entri in ambulatorio. Questo tipo di informazioni completano nel modo più geniale le cognizioni consolidate nello studio e nella prassi. I medici sanno, pertanto, esattamente a quali punti prestare attenzione nel corso della conversazione con il paziente e dove sussistono i problemi.

Esempi nella prassi

Il naturopata Ulrich Elsner usa da tempo la tecnica per collegarsi con i CM. Prima che il paziente arrivi nel suo ambulatorio, egli raccoglie nel campo morfico informazioni mirate sul cliente, venendo così a conoscenza di che cosa lo aspetta. Ciò lo aiuta, completando le sue conoscenze tecniche, a prendere le decisioni giuste nell’individuare un farmaco, o nella scelta della terapia adatta.

Egli racconta il caso di una donna di 24 anni sofferente di neurodermite. Tutti i metodi tradizionali di trattamento usati non avevano avuto alcun esito su di lei. Il naturopata chiese quale fosse la causa prima della malattia e dai CM venne a sapere che all’età di tre anni la paziente aveva subito abusi sessuali da parte di uno zio. Quando diplomaticamente fece accenno a questa correlazione, scoprì che era davvero così. La donna è guarita solo dopo aver preso coscienza dell’elemento scatenante ed in seguito ad un ulteriore trattamento. Da allora non ha più sofferto di neurodermite. Ulrich Elsner conferma che la causa di un problema fisico va cercata, spesso, in un’esperienza psichica non elaborata.

Un’altra paziente soffriva di sindrome del tunnel carpale. In genere, solo un intervento chirurgico avrebbe portato un pronto miglioramento della sintomatologia del dolore. Il naturopata cercò delle alternative. Dai CM gli venne indicato un nuovo metodo di trattamento; lo applicò ed il problema si risolse dopo poche sedute. Lo stesso metodo si è rivelato riproducibile per altri quattro pazienti diversi: il tutto senza iniezioni, senza farmaci e, soprattutto, senza interventi chirurgici.

Come si accede a queste informazioni?

FOTO Una delle premesse più importanti per comunicare con i CM, è la sincronizzazione degli emisferi cerebrali. Ciò consente di aprire un nuovo canale informativo, attraverso il quale possono fluire le informazioni provenienti dai CM.

Gran parte della popolazione occidentale pensa soprattutto con l’emisfero sinistro, analitico – razionale. L’emisfero destro, immaginifico – intuitivo, continua a rimanere inutilizzato.

Il training mirato, stimola una sincronizzazione congiunta dei due emisferi. Grazie a questa tecnica, il cervello stabilisce una specie di punto di contatto con i CM. In successione, si possono, dunque, scaricare informazioni in modo simile a quanto avviene in Internet, usando un motore di ricerca: si pone una domanda e si ottiene la risposta sotto forma di immagini, che dovranno poi essere interpretate nel modo appropriato. Tutto ciò avviene in stato di veglia, a mente chiara e lucida. Molti praticanti già esperti, utilizzano MindGate con successo incredibile.

All’Università Princeton (USA) è già stato documentato che i campi morfici sono misurabili scientificamente (vedasi anche CO’MED 6/03).

Testimonianze

Carissimi, ho avuto molte esperienze in campo della crescita personale, non mi era nuovo il metodo per certi aspetti; tuttavia non ho mai avuto la chiarezza inequivocabile di questa tecnica. Un esperienza in particolare si è rivelata particolarmente utile per me ed è stato quando sono stato accusato di truffa, tale accusa era per me particolarmente odiosa in quanto avevo sempre fatto il possibile per aiutare la persona che mi accusava. Con la tecnica su suggerimento di Paul ho contattato il giudice, che doveva analizzare il caso e ho saputo che il suo giudizio era che non potevo in alcun modo essere perseguito per quel reato. Sono andato nel futuro ed ho potuto appurare che non sarei stato perseguito e che non ci sarebbe stato alcun processo. Mi misi quindi l'anima in pace aspettando gli eventi con la massima tranquillità. Tre mesi dopo ebbi la conferma dagli eventi e naturalmente non mi meravigliai dato che lo sapevo già... Ringrazio di cuore Paul ed Eleonora per questa meravigliosa opportunità. Auguro a tutti ogni bene
Giorgio
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Ti è piaciuto l'argomento? Condividi la conoscenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp

© 2019 MindGate – Paul Kircher – Villa, 68 – 39042 Bressanone (BZ) – P.I.02926600210 – C.F. KRCPLA67R16B160T – Tel. +39 348 3106566 – Professionisti disciplinati ai sensi della Legge n° 4/2013